Mancano pochissimi giorni a San Valentino e negli ultimi giorni ho avvertito un sacco di entusiasmo da parte delle mie amiche donne accoppiate, il romanticismo è tornato? Eh no, i tempi sono cambiati, non si fa altro che parlare di come si siano raffreddati o ribaltati i rapporti e mi ritrovo con San Valentino alle porte e delle donne cariche di sdolcinatezza? Ebbene sì, ma non perché si aspettano la cena romantica dal fidanzato o il regalo sbrilluccicante, un weekend a Parigi o una Porsche sul vialetto di casa. No.

Sono in fibrillazione perché al cinema arriva “Cinquanta sfumature di grigio“. Il libro è stato un fenomeno senza precedenti e, se volete saperlo, io tutt’ora non me lo spiego. Per farla breve è una sdolcinatissima storia d’amore tra due tizi che scoprono di avere in comune la passione per il sadomaso e alla fine vissero felici e contenti. Per farla meno breve, tutti ci siamo chiesti perché le donne siano impazzite di fronte a questa storia che rispetta tutti i canoni delle peggiori storie d’amore da romanzo Harmony ma che ci ha aggiunto giusto un paio di frustini, qualche benda e via dicendo. E sono bastati per fare trasformare E. L. James da sfigata scrittrice di fan fiction della Twilight Saga in una donna ricchissima. Pensate un po’.

Ora immaginate la serata tipo delle coppie che a San Valentino andranno a vedere il film. Lui che sgranocchia rumorosamente i suoi popcorn e sorseggia la Coca facendo più rumore possibile per assicurarsi che tutti i suoi simili non prendano sonno e condividano la disgrazia con lui, anche se in silenzio. Lei invece se ne sta tutta emozionata con la schiena inarcata e le gambe ballerine in attesa di vedere Jamie Dornan. Ha letto tutti i libri, sa cosa succede passo dopo passo, si lamenta della scelta degli attori – tranne che di Jamie Dornan – e di come siano state cambiate le cose rispetto alla trama, ghignando con le vicine di posto. Quando ci sono le scene più esplicite scende il silenzio in sala, un mix di imbarazzo ed eccitazione per le donne, una secchiata di frustrazione per gli uomini che fino ad allora non le avevano mai viste così prese e soddisfatte.

Finito il film le donnine sono ancora sognanti, non hanno bisogno nemmeno della rosa del venditore ambulante per tornare a casa col sorriso, hanno visto gli addominali (e non solo quelli) di Jamie Dornan ed ora sono sotto l’effetto di particolari allucinazioni: qualunque essere di sesso maschile si avvicini a loro, ha il volto di Jamie/ Christian Grey.

Una volta tornata a casa la coppia prevedeva di festeggiare un San Valentino scoppiettante, se non fosse che per tutto il tragitto cinema-casa lei ha avuto la geniale idea di stilare una lista delle differenze tra il fidanzato-comunemortale e Christian Grey. Così tutti e due incazzati – lui perché per San Valentino ha ricevuto in dono un pacchetto omaggio di frustrazione, lei perché è appena svanito l’effetto allucinazione e vede il mondo così com’è –  se ne vanno a dormire dandosi le spalle. Solo un paio di manette e un frustino potranno salvarli.

Written by sally

1 Comment

Rispondi