Tutti siamo completamente dipendenti dai social network, chi più chi meno. Nessuno ha scampo, sentiamo tutti la necessità di essere perennemente connessi con il mondo e la sensazione che si ha senza uno smartphone in mano o una connessione a disposizione, è quella di essere stati espulsi dalla realtà.

Invece tutto quello che ci rimane quando siamo senza smartphone, tablet e derivati, è proprio la realtà.

E poi ci sono quelli che fanno i video commoventi, poetici o comici, che le provano tutte per dirti che non devi essere dipendente dai social network perché è brutto, che ti perdi la vita che c’è la fuori, ma per dirtelo usano i social network. Anche perché sennò non lo verresti mai a sapere che esistono quei video, ci sarebbe un gatto che salva un bimbo dal cane o un make up tutorial.

Esiste una via di scampo? Sembra di no, perché all’essere umano piace amalgamarsi al resto della folla, essere conforme, non giudicato come anomalo, stramboide e strano, che non usa uno smartphone. Vi dirò, stavo molto meglio senza. Però non sarei disposta a rinunciarvi, adesso che ne ho uno. Quindi sì, anche io sono una vittima dell’era di internet, un po’ meno di altri ma non ho scampo.

L'invito di Facebook a rimanere con lui

L’invito di Facebook a rimanere con lui

Soprattutto quando faccio logout da Facebook, lui mi guarda e dice: “Stai uscendo? Rimani su Facebook“. E quell’invito più che riferito a un log out sembra essere riferito in modo subliminale all’uscire fuori di casa, allontanarsi dal computer e abbandonare tutte le amicizie virtuali, le fattorie, i selfie e i comunicati stampa sul proprio umore. Insomma, Mark ti chiede estrema fedeltà e in più ti rassicura, perché se proprio proprio non vuoi fare l’asociale, subito dopo ti ricorda che c’è un’app che puoi portare sempre in tasca con il tuo telefono. Cose che nemmeno le gemelline di Shining.

Quelle due erano Twitter e Facebook che ti dicevano: “Vieni a giocare con noi, per sempre!“. E noi, al contrario di Danny, non siamo scappati con il triciclo tra i corridoi dell’Overlook Hotel, le abbiamo prese per mano e abbiamo chiesto dove fosse la presa usb più vicina.

Written by sally

Rispondi