Essere donna è sempre un gran problema e nessuno può capirlo, se non è mai stato donna. E se non nasci donna, qualsiasi cosa tu faccia per esserlo, non potrai mai capire, sia chiaro.

Le dignità delle donne viene calpestata quotidianamente, con piccoli gesti che le fanno sentire umiliate. Se solo gli uomini amassero le donne per le creature che sono e non per la fessura che hanno in mezzo alle gambe, sarebbe già un piccolo passo. Io non sono mai stata femminista, perché sono dell’idea che per vivere dignitosamente e per essere rispettati non si debba stare da una parte o dall’altra, ma bisogna avere testa e buon senso.

Era l’una, del pomeriggio s’intende, ed io camminavo verso casa con le buste della spesa. Considerata l’afa fiorentina, non pensavo che indossare canotta e pantaloncini potesse disturbare la quiete ormonale di qualcuno, ma purtroppo è successo. Sarà che a temperature elevate, situazioni già disagiate peggiorano, fattosta che un uomo ha iniziato a seguirmi, parlandomi alle spalle e dicendo “Complimenti, sei davvero bellissima, si paga?”.

“Si paga?”

Quell’uomo mi ha implicitamente dato della prostituta. Io ho chiuso gli occhi e ho fatto finta di non sentire, ho camminato solo più veloce. Per strada non c’era nessuno, ma era giorno e non mi sono preoccupata. Se fosse successo di sera, credo che sarei morta per la paura. E questo, rispetto a quello che quotidianamente subiscono le donne, è davvero niente. Ma umilia comunque e non sono l’unica a pensarla così. E noi siamo sempre più deboli per poterci difendere concretamente, per poterci permettere di rispondere a certi insulti.

Uomini, emerite testine di pene, cercate di avere un po’ di rispetto in più per le creature che vi hanno permesso di essere al mondo. Cercate di viverlo con dignità, quel mondo, mantenendo integra la nostra.

Written by sally

Rispondi