Il 7 Ottobre 2006, esattamente 3 anni fa, veniva assassinata Anna Stepanovna Politkovskaja, giornalista russa che con le sue inchieste sull’operato del Governo e dell’Esercito Russo, il suo impegno per i diritti civili ed il diritto di stato, i suoi reportage sulla Cecenia, diede non poco fastidio al Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin.

Anna Stepanovna Politkovskaja

Anna Stepanovna Politkovskaja

Quel giorno Anna Politkovskaja fu ritrovata morta nell’ascensore del suo palazzo a Mosca. La giornalista stava per pubblicare, il giorno in cui fu uccisa, un articolo sulle torture commesse dalle forze di sicurezza cecene legate al Primo Ministro Ramsan Kadyrov.

Il mandante dell’omicidio è ancora sconosciuto. Anna Politkovskaja resta un esempio da seguire.
Ora indago in Cecenia, datemi tempo.

Written by Jack

2 Comments

anick roschi

Omaggio ad Anna Politkovskaïa

Colomba

In un deserto avaro
Di umanità,
Lo sguardo
Di una colomba
Si è posato
Dove i lupi, teste basse, non si stancano
Di urlare.

In un deserto avvelenato,
Avaro di verità,
Una colomba, questa sera, è caduta.

Anick Roschi 7 ottobre 09

*******************************************
Freedom for Press

http://video.moncinema.ch/video/iLyROoafM5Tx.html

Reply
Sara Bauducco

Consiglio di leggere il romanzo “Dania e la neve” (edizioni Infinito), che parte proprio da fatti veri relativi alla mission giornalistica di Anna Politkovskaja. Sul mio blog si trova l’intervista all’autore, Massimo Ceresa. Questo è uno dei tanti libri scritto con la volontà di dare testimonianza di ciò che accade in Cecenia e in Russia… Uno dei tanti, ma molto ben costruito.

Reply

Rispondi