Muore a soli 50 anni il re del pop, Michael Jackson, e il mondo intero si dispera.
Dal giorno della notizia della morte del cantante,  il 26 giugno, i fan si sono riversati a migliaia, per le strade e per le piazze di tutto il mondo, riuniti per piangere la perdita del loro mito.
A breve distanza dall’inizio del suo tour che aveva già fatto il tutto esaurito, il cantante se ne va, lasciandosi dietro una scia di fan disperati, il dolore della famiglia e degli affetti più cari, il ricordo di eventi spiacevoli e tanti, troppi debiti.
Tutto ciò che di negativo aleggiava intorno alla figura di Michael Jackson sembra comunque essersi disperso, ricoperto adesso dalla tristezza e dal dolore della perdita.
Le televisioni hanno prontamente preparato dei tributi, interrompendo la normale programmazione, come MTV, che gli ha dedicato l’intero week-end.
Ma la sua morte lascia ancora dei misteri, e oltre all’esistenza di due testamenti, la vicenda si fa più complessa e si cerca la causa reale del decesso, mentre pare che il bambino che l’aveva accusato di pedofilia sostenga adesso di averlo fatto su costrizione del padre.
Abuso di farmaci? Suicidio? La verità prima o poi viene a galla, datele tempo.

Written by sally

Rispondi