Da un pò di tempo i blog italiani e poche testate giornalistiche nomina una certa Noemi Letizia in relazione alla vita del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, lasciato dalla moglie dopo alcuni accaduti.

Il Premier ha ricevuto da Repubblica 10 domande a cui non ha risposto e non intende rispondere, anche se il giornale è sostenuto dal Guardian, anche se Casini lanciala sfida.

Eppure le perplessità sono tante: la cena a Villa Madama, la presenza di Noemi Letizia e della madre alla festa del Milan al tavolo con Confalonieri. Il passato di Noemi non aiuta, nè il suo blog che scompare.

Ma siamo in Italia, mica in altri stati in cui il Premier si sarebbe dimesso. Anzi non per dire ma Mills vi dice qualcosa?
Condannato a 4 anni e 6 mesi, stessa condanna in cui sarebbe dovuto incorrere Silvio Berlusconi se non ci fosse stato il Lodo Alfano, però secondo il Cavaliere la sentenza è ingiusta, emessa da giudici di estrema sinistra.

Intanto in un paese etichettato come senza libertà di stampa, Studio Aperto, telegiornale di Italia 1, annuncia che Berlusconi è stato assolto.

Intanto nel Web molti chiedono risposte, gli utenti di Internet si mobilitano, spuntano gruppi su FaceBook. Nonostante tutto il Premier dice di mantenere inalterato il consenso.

Io non so che dire più, lascio a voi i commenti.
Io ora divento disonesto.
Io ora mi candido.
Io ora godo del Lodo Alfano, datemi tempo.

Written by Jack

Rispondi