Mentre arriva il flop del Bagaglino e si spera in una alternativa alla presenza “perpetua” di Berlusconi, può mai essere che la vera risposta sia la moglie del premier?

Veronica Lario va controtendenza, è lei a dissociarsi questa volta, e diversamente da molti altri lei va dalla parte opposta precisando che lei e i suoi figli non sono complici ma vittime di Berlusconi. In risposta ad alcune domande poste dall’Ansa sul dibattito aperto dall’articolo pubblicato ieri su Repubblica dalla Fondazione Farefuturo (che per intenderci è di Fini) dice:

“Voglio che sia chiaro – spiega – che io e i miei figli siamo vittime e non complici di questa situazione. Dobbiamo subirla e ci fa soffrire”,

definisce ciarpame le possibili candidate del PdL, ma è abbastanza esplicita nel dire che cred in un futuro al femminile.

Infine si pronuncia anche sulla presenza di Berlusconi alla festa di una diciottenne di cui si è parlato nei giorni scorsi, dichiarando di essere rimasta molto sorpresa dall’accaduto poichè  pur essendo stato invitato (ma uno al compleanno del figlio deve essere invitato?!?) non è mai stato presente a nessun diciottesimo di alcun figlio.

E allora c’è davvero chi inizia a credere e sperare che una risposta c’è, tra un pò ci sarà chi inizierà a dire “meno male che Veronica c’è”, intanto c’è chi pensa ad una ipotesi già avanzata qualche tempo fa, l’idea di Veronica Lario candidata per il PD interessa molti, il pensiero comune tra lei ed il partito c’è già.
Ora arrivano le intenzioni, datele tempo.

Written by Jack

1 Comment

fab

il gesto di Veronica è un’esempio : una donna non deve accettare passivamente i pruriti ormonali del proprio compagno. Se qyestyi è un personaggio pubblico deve reagire in maniera altrettanto vigorosa.

Dignità Veronica Lario

Reply

Rispondi